... e poi tutto va storto...

Arriva la pandemia e uno degli eventi a cui vado più volentieri a fotografare e rivedere vecchi amici chiude. Chiude per due anni e quando riapre non vedi l’ora di andare! Finalmente si torna a fotografare per il piacere di conoscere nuove persone, per organizzare set al di fuori dell’evento, per rivedere fotografi e cosplayer con cui finora hai solo chattato.

Sto parlando del Romics. Uno dei più grandi eventi italiani per chi è appassionato di fumetti, cinema, fantascienza e cose da nerd. Ma anche una manna per i fotografi.

I biglietti si prendono solo online, serve il green pass, numero chiuso in base a quella che è la capienza concessa ai padiglioni in questi tempi di pandemia… insomma tutto all’insegna della sicurezza. Ottimo.

Poi succede che giovedì (primo giorno di fiera) arrivano informazioni allarmanti dai fotografi. TUTTE le zone che in passato erano presidiate dai fotografi sono chiuse! Trovo questa scelta inspiegabile, in quanto tutti i posti in questione sono all’aperto. Quindi alla fine non sono andato. Poiché i cosplayer sono una delle attrattive più affascinanti di questo tipo di fiere, e il connubio cosplayer- fotografo è quanto di più naturale si possa sviluppare. Di fatto questa edizione sarebbe stata una fiera a metà.

Peccato.

Pianificazione

Da questa settimana riparte il podcast! Una puntata a settimana su substack. Se ho fatto le cose per benino l’uscita della puntata dovrebbe essere segnalata sugli aggregatori di podcast, su spotify e su iTunes automaticamente.

Ovviamente ci sono anche le puntate vecchie. Ma come ho già detto le nuove sono gli audio estratti da alcuni video che si prestano ad essere ascoltati. In base a come vanno gli ascolti deciderò se registrare puntate inedite.

… intanto su Youtube siamo a 361!

Crescita bassina, ma ci metto il fatto che ho fatto uscire un solo video oltre a quello di MasterMind Foto Italia.

Ma confido nelle settimane a venire dove registrerò video relativi a Pentax e Fujifilm, che sono gli argomenti più apprezzati finora. Inoltre sto lavorando ad una nuova lezione del corso di fotografia. Dove parlerò di messa a fuoco.

Una cosa interessante che ho trovato.

Volevo proporvi un video del canale Pro Mirrorless. Si parla di pixel shift, ma l’argomento principale non è la cosa che mi ha colpito. Ad impressionarmi è la qualità del sensore Foveon di Sigma.

In questo video intorno al minuto 18, si mette a confronto un file raw del sensore Panasonic a matrice Bayer e un file del sensore Sigma a tecnologia Foveon. La differenza è impressionante. Peccato che Sigma stia incontrando molti problemi nella produzione di un sensore Foveon di nuova generazione.

Cose che ho fatto.

Come ho detto ho selezionato i file video da trasformare in podcast, e ne ho programmato le uscite. Per le prossime settimane siamo coperti.

Poi con Riccardo Pedica e Alessio Furlan abbiamo registrato come al solito una nuova puntata di MasterMind Foto Italia. Commentiamo foto, parliamo di notizie e facciamo polemica.

Poi ho registrato un video su Pentax dove valuto la strategia della casa giapponese considerando Pentax e Ricoh come un unico brand, le cui strategie si compensano tra di loro.