Invece di una foto mi sono fatto un selfie

Mi sono scattato un selfie.

In questa foto sono io con il mio giacchetto da casa in modalità anziano e mi esibisco anche in un sorriso “finto giovane”. Non c’è niente da fare, anche il selfie è un arte da imparare.

La domanda che mi faccio a cui non riesco a dare risposta è: a imparare l’arte del selfie devo essere io come fotografo o come soggetto?

Pianificazione

Questa settimana ho pensato molto a quello che voglio ottenere dall’anno prossimo. Ho deciso di riprendere vecchi progetti che mi sarebbe dispiaciuto mollare. Unoi di questi è il podcast “FAKE, solo core vere” che ho fatto insieme a Fabio d’Isanto e realizzato per le Officine di Andrea Ciraolo. Un progetto che non centra nulla con la fotografia ma in qualche modo la affianca: l’interpretazione della realtà.

Poi ho quasi finito la valigia/postazione per registrare i video.

Inoltre l’agenda del fotografo ha preso forma grazie al contributo di chi sta partecipando nel gruppo. Si sta per chiudere la fase di brain storming.

Infine sto cercando qualcosa che mi possa aiutare a tenere i progetti, le idee, gli spunti sempre aggiornati.

Sto valutando le agende ma iniziano a perdere di interesse perché spesso le idee restano sepolte nelle pagine man mano che si procede e ripescarle diventa in molti casi un lavoro di ricerca storica.

MI intrigano le soluzioni ibride, ossia quelle agende cartacee che possono essere digitalizzate. A tal proposito mi sono focalizzato sul Rocketbook, un agenda riscrivibile con un ottimo software per scannerizzare le pagine importanti e archiviarle per una facile consultazione.

Altra cosa che sto soppesando è il Ramarkable 2 un tablet realizzato con la tecnologia e-ink. Quindi con tutti i pregi e difetti degli ebook reader ma con la possibilità di scrivere come sulla carta. Pregi: leggero, feedback totalmente analogico, la batteria dura 15 giorni. Difetti: bianco e nero, prezzo.

… intanto su Youtube siamo a 450!

E’ uscita la nuova lezione del corso di fotografia. E ho perso molto tempo a preparare un video che mi ha messo molta ansia.

Un azienda cinese mi ha mandato dei prodotti da recensire. Di fatto si tratta di due pompette per soffiare aria, chiedendo se ero interessato a fare un video sulla manutenzione e la cura dell’attrezzatura fotografica.

Mi sono reso conto che si tratta di un argomento molto sottovalutato. Spendiamo migliaia di euro per l’attrezzatura e poi pochissime decine di euro per mantenerla. Mi è sembrato interessante parlare della cosa.

Una cosa interessante che ho trovato.

Vi segnalo questo video sul canale Youtube di Alessio Bottiroli. Uno splendido progetto fotografico realizzato con una macchina fotografica “demmerda”: quando il messaggio in fotografia conta più di tutto.

"Destroy this memory" di Richard Misrach

Con Alessio abbiamo anche fatto una bella chiacchierata sul mio canale. Una delle più stimolanti che abbia mai fatto sulla fotografia. Se volete è qui.

Cose che ho fatto.

La terza lezione del corso di fotografia.

La puntata del podcast: